header

DESIGN&INTERIORS

        

EMILIA

1995 / 1996  EMILIA

Pub–restaurant, Casteggio (PV) – Italy.

Dimension: 160.00 sqm. (interior)

 

Luogo di incontro privilegiato per un ventennio, l'Emilia di Casteggio ha dovuto chiudere i battenti nel gennaio 2007, per consentire la ristrutturazione del palazzo che ospitava i suoi spazi ed è stato completamente smantellato.

Ancora oggi tanta gente chiede informazioni per sapere se e quando riaprirà. E’ possibile che questo avvenga, ma sicuramente in un altro posto, visto che la ristrutturazione dell'edificio originario, realizzata dai proprietari dell'immobile, purtroppo, è stata fatta con assoluta cecità e senza tener conto delle necessità dell'attività che avrebbe dovuto reinsediarsi. Oggi gennaio 2013, grazie all’amministrazione Comunale di Casteggio una possibilità sembra nascere in un nuovo posto, ma l'attuale crisi rallenta le iniziative finanziarie.. staremo a vedere.

 

Una ferrovia sopraelevata con un modello di treno che corre sui binari e una fonte d'ispirazione per l'archeologia industriale.

Il locale è stato realizzato al piano terra di un palazzo dell'Ottocento.
La progettazione ha riguardato ogni singolo pezzo di arredamento: banco, retro-banco, bussola di ingresso, tavoli, sedie, sgabelli rivestimenti, etc..
Tutti questi oggetti sono stati disegnati a mano (eravamo nel 1995),  e poi realizzati su misura da artigiani locali con legni pregiati, ferro e vetro. Questo modo di lavorare, molto dispendioso nei tempi e nei costi, ha creato però un locale originale, lontano da soluzioni standardizzate.

il design guarda indietro agli anni Venti e Trenta, al linguaggio dello stile Liberty italiano, dell’ architettura del ferro e del lavoro.

Gli ospiti erano stupiti da una ferrovia sopraelevata sulle cui rotaie correva il modellino in scala di un vecchio treno. Il trenino era un gioco, ma qui diventava un elemento simbolico: il simbolo di un'epoca e della storia. La sua collocazione, assolutamente inusuale, sembrava scherzare con i ruggiti e gli splendori della macchina a vapore.

Oggi lo definiremmo un ambiente narrativo ..... qualcosa che si fonde con la fiaba, con l’immaginario, con le notti invernali.

 

An elevated railway with a little train model running on the rails and an inspiration for industrial archeology.

The local has been realized on the ground floor of a nineteenth building.
Design focused on each piece of furniture: tables, chairs, coatings.
All of these objects have been designed and hand-drawn without pc, and then realized by local craftsmen with valuable wood glass and iron. This way of working, very onerous in money and in time, has created an unique local, absolutely original, far from standardized solutions.

the design looks back to the  twenties and thirties, to the language of Italian Liberty style, to the iron’s architecture and work.

The guests are amazed by an elevated railway on whose rails run the little model of an old train. The little train is a play, but here it becomes a symbolical element: the symbol of an age and of the history. Its placement is absolutely unusual and it seems to joke with the roars and the splendor of the steam engine.

Today we would call it a narrative environment ..... something that blends with the fairy tale, with imagination, with the winter nights.

 

Privileged meeting place for more than a decade, Emilia Casteggio had to close its doors in January 2007, to allow the renovation of the building that houses its space and was completely dismantled.

Many people still asks for information to find out if and when it reopens. It is possible for this to happen, but certainly in other place, as the renovation of the original building, made by the owners of the property, with absolute blindness occurred without taking due account of the needs of the activity that would have to resettle. Today in January 2013, thanks to the municipal administration of Casteggio a possibility seems to be born into a new place, but the current crisis slows financial initiatives .. we'll see

 

 

JoomSpirit